Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Cliccando accetta si autorizza l'uso dei cookies Maggiori informazioni
Accetto

 

Ricette

Ricetta tradizionale della polenta e ossi

Dalla Valle del Serchio una ricetta con la polenta realizzata con la farina di castagne…

La farina, ricavata dalle castagne essiccate, può essere usata per preparare pane e altri impasti per dolci e rustici. Ma anche per una particolare polenta, come quella che vi proponiamo qui. La farina di castagne contiene circa il 14-15% di fibre. Le sue calorie ammontano a 343 kcal per 100 grammi di prodotto. Alta la percentuale di carboidrati e amidi (76,2 g), con un discreto contenuto di proteine (6,1 g). Presenti anche sali minerali, tra cui magnesio, zolfo, potassio, ferro e calcio, e un discreto apporto vitaminico del gruppo B.

LA RICETTA 

Difficoltà: bassa

Ingredienti per 4 persone:  2 litri d’acqua, 600 gr di farina di castagne dolce, 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale. Circa 3 ossa di maiale, ben polpose, a persona.

Tempi di preparazione: 120 minuti

Procedimento: Versare l’acqua in una capiente pentola e portare a bollore. Solo quando bolle iniziare a versare lentamente la farina di castagne. Aggiungere un pizzico di sale mescolando continuamente affinché l’impasto della polenta diventi morbido e senza grumi. Cuocere in questo modo per 40 minuti circa. A parte, in un recipiente pieno di acqua, lessare le ossa di maiale per circa 2 ore. Servire la polenta ben calda e morbida in un piatto insieme agli ossi.

 

LA ZONA: 

È’ un piatto tipico del freddo inverno della Garfagnana e della Valle del Serchio. Per prepararlo si usa la farina di castagne, che in queste zone viene chiamata “farina di Neccio”. Nella tradizione locale le castagne vengono raccolte a mano ed essiccate per 40 giorni nei metati. Una volta selezionate, le castagne secche vengono macinate in mulini a pietra e trasformate in farina.